È in programma il prossimo 14 luglio, la finalissima del contest Cover Me di Bergamo, l’appuntamento musicale dedicato alle canzoni di Bruce Springsteen. Organizzato da Noi&Springsteen e giunto ormai alla quinta edizione, Cover Me ha visto 40 artisti e band contendersi la palma di miglior cover di un brano di Springsteen. Musicisti che quest’anno, ancora più degli anni scorsi, provengono da tutto il mondo. Infatti, sono arrivate adesioni dall’Olanda, dal Belgio, dall’Inghilterra e persino dagli Stati Uniti d’America. La finalissima del contest Cover Me di Bergamo e fissata alle ore 20:30. Sarà preceduta dall’esibizione del cantante e chitarrista Simone Bertanza (in programma alle 18:30). La location è lo splendido Parco Sant’Agostino di Bergamo Alta che propone anche un servizio di bar e ristorazione.

Il contest Cover Me

Agli artisti e band che hanno aderito è stato chiesto di presentare una propria cover di un brano di Bruce Springsteen. Tra i criteri di selezione si richiedeva, oltre alla qualità musicale e all’intensità dell’interpretazione, anche un profilo di originalità. La Giuria di Qualità, presieduta da Gino Castaldo e composta da Giorgio Berta, Marco Quaroni Pinchetti, Fabio Santini ed Eleonora Bagarotti, ha provveduto a una prima selezione. Le 20 cover che hanno passato questo primo scoglio sono state poi sottoposte al voto on-line del pubblico. Questa ulteriore selezione ha decretato i 10 finalisti che si esibiranno domenica sera nella finalissima di Bergamo.

Il premio della critica

Noi & Springsteen ha nominato anche una Giuria della Critica, presieduta da Claudio Trotta e composta da Patrizia De Rossi, Corrado Gambi, Ermanno Labianca e David Drusin. Il compito di questa giuria era di stabilire il brano ritenuto migliore, secondo i criteri dettati dal regolamento del contest. Il premio è andato a Gina Giambone, cantante americana che ha proposto una propria versione del brano My Lover Man. La canzone è certamente tra le meno note di Springsteen, essendo una outtake dell’album Human Touch. La versione di Gina Giambone ha riscosso particolarmente successo tra i componenti della giuria per la sua freschezza, la sua qualità degli arrangiamenti e la sua originalità.

I dieci finalisti

Ecco la lista dei dieci finalisti. Cliccando sui nomi delle canzoni potete leggere le mie mini-recensioni dei brani che parteciperanno alla finalissima.

La finale

La conduzione dal palco della finalissima del 14 luglio mi è stata affidata per la terza volta. Mi onoro di essere affiancato sul palco dal DJ radiofonico e produttore musicale Marco Biondi, ex speaker di Virgin Radio e ora a Radio Capital. Interverranno dal pubblico anche i componenti delle giurie. In particolare il grande giornalista musicale Gino Castaldo, tra le altre cose impegnato anche quest’anno dalla Rai in diretta al festival di Sanremo, commenterà i brani finalisti.

Indicazioni logistiche

Come detto, la finale avrà luogo presso il Parco Sant’Agostino di Bergamo Alta. È sconsigliato raggiungere la location in auto per la presenza limitata di parcheggi e per le limitazioni al traffico. Da quest’anno è però possibile parcheggiare nel nuovo ParkingFara, in via della Farà, 3. In tal caso, se il parcheggio risulta libero (guardare i cartelli) è possibile accedere alla ZTL. Il parcheggio è a circa 400 metri dal Parco Sant’Agostino.

Se invece si parcheggia in Bergamo Bassa, le modalità per raggiungere il Parco Sant’Agostino sono le seguenti:

  • Servizio navetta gratuito offerto da Noi & Springsteen. La navetta parte da via della Croce Rossa, quartiere Loreto, e funziona dalle 17 alle 19 e dalle 20 alle 24. In via della Croce Rossa è disponibile un parcheggio gratuito per i partecipanti a Cover Me.
  • Autobus Linea 1. Dal centro di Bergamo Bassa (Viale Giovanni XXIII, Viale Roma, Viale Vittorio Emanuele II) si prende la Linea 1. Scendere alla fermata di Porta Sant’Agostino, a poche decine di metri dall’ingresso del Parco.
  • Funicolare Città bassa/Città Alta. Si prende nella parte terminale di Viale Vittorio Emanuele II. In pochi minuti porta in Città Alta. Poi imboccare Via Porta Dipinta percorrendola fino in fondo.
  • Salita della Scaletta. Per chi ama camminare, si tratta di una bella salita pedonale e panoramica che porta in Città Alta. Pur essendo in salita è alla portata di tutti e prevede un percorso di circa 15/ 20 minuti. Si imbocca poco prima della Funicolare e termina a Porta San Giacomo. Poi si percorrono Via San Giacomo e Via Porta Dipinta, arrivando così al Parco Sant’Agostino.

Leggi anche: la mia recensione dell’album Tunnel Of Love

 

Dario Migliorini

 

Se ti è piaciuto questo articolo commentalo e condividilo sui tuoi profili Social

 

Condividi questo articolo