Traduzione – Astral Weeks – Van Morrison

astral weeks
Scritto e pubblicato da

Dario Migliorini

ASTRAL WEEKS – VAN MORRISON – TRADUZIONE CANZONE

 

SETTIMANE ASTRALI

Se mi avventurassi nella scia

Tra i viadotti del tuo sogno

Dove i bordi immobili d’acciaio si incrinano

E si interrompe il canale nelle stradine secondarie

Riusciresti a trovarmi?

Baceresti i miei occhi?

Per sdraiarmi piano in silenzio

Per rinascere, per rinascere

 

Dal lato più lontano dell’oceano

Se mettessi le ruote in movimento

E rimanessi con le braccia dietro di me

Spingendo la porta

Riusciresti a trovarmi?

Baceresti i miei occhi?

Per sdraiarmi piano in silenzio

Per rinascere, per rinascere

 

Eccoti

In piedi con l’aspetto dell’avidità

Mentre parli con Huddie Ledbetter

Mostri i quadri appesi al muro

Sussurrando nella sala

E puntando un dito contro di me

 

Eccoti

In piedi sotto il sole, mia cara

Con le braccia dietro di te

E i tuoi occhi davanti

 

Eccoti

Che ti prendi cura del tuo ragazzo

Guardando che abbia i vestiti puliti

Mettendogli le sue piccole scarpe rosse

Vedo che sai che ha i vestiti puliti

Mettendogli le sue piccole scarpe rosse

Puntando il dito contro di me

 

Eccomi

In piedi nella tua triste fermata

Cercando di fare del mio meglio

Guardando dritto a voi

Sto arrivando, cara.

Sì, sì, sì

 

Se mi avventurassi nella scia

Tra i viadotti del tuo sogno

Dove i bordi immobili d’acciaio si incrinano

E si interrompe il canale nelle stradine secondarie

Riusciresti a trovarmi?

Baceresti i miei occhi?

Per sdraiarmi piano in silenzio

Per rinascere, per rinascere, per rinascere

In un altro mondo

In un altro mondo

In un altro tempo

 

Ho una casa su in alto

Non sono altro che un estraneo in questo mondo

Altro che un estraneo in questo mondo

Ho una casa su in alto

In un’altra terra

Molto lontano da qui

Molto lontano da qui

Nel cielo, nel cielo

In un altro tempo, in un altro posto

In un altro tempo, in un altro posto

Nel cielo, nel cielo

Andiamo su in cielo.

Andiamo su in cielo.

In un altro tempo, in un altro posto

In un altro tempo, in un altro posto

In un’altra faccia

 

Dario Migliorini

 

Se ti è piaciuto questo articolo commentalo e condividilo sui tuoi profili Social!

Condividi questo articolo

Categorie

Il mio Romanzo

Carrello

Commenti

Recensioni recenti

Dario Migliorini

Dario Migliorini

Autore

Mi presento… sono Dario Migliorini, un giovanotto del 1971 nato a Codogno e residente nel Basso Lodigiano. Convivo con Lara, ho una figlia, Elisa, e sono il primo di quattro fratelli. Mi sono laureato in Economia e Commercio e lavoro in banca, ma ho ereditato dal mio compianto papà Umberto la passione per la scrittura. Lui, oltre a essere uno storico amministratore locale, si era appassionato di storia lodigiana e aveva scritto diversi libri sull’argomento. Io, dopo la sua morte, ho curato la pubblicazione di due biografie: E Sono Solo Un Uomo (che racconta la vita del sacerdote missionario Don Mario Prandini) e Il Re Povero (che ripercorre tutto quello che mio padre ha combinato su questa terra). Dal 2008 presiedo anche un Centro Culturale che mio padre aveva fondato nel 1991 e che ora porta il suo nome

Potrebbero piacerti anche

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.