Home » Blog Le Perle » Traduzione Canzoni » Traduzione, Glory Days, Bruce Springsteen

Traduzione, Glory Days, Bruce Springsteen

Aggiornato il 10 Mar, 2023 | Words and Music |

Traduzione di GLORY DAYS (Bruce Springsteen)

 

Leggi qui la mia recensione dell’album Born In The USA

 

GIORNI DI GLORIA

Avevo un amico, era un grande giocatore di baseball
Ai tempi delle scuole superiori
Riusciva a lanciarti la palla così veloce
Che ti faceva fare la figura dell’idiota
L’ho visto l’altra notte in un bar sulla strada
Stavo entrando e lui usciva
Siamo rientrati, ci siamo seduti
Abbiamo bevuto qualche drink
Ma tutto quello di cui ha continuato a parlare era

Giorni di gloria, ti passano accanto
Giorni di gloria, rapidi come il battito di ciglia di una ragazzina
Giorni di gloria, giorni di gloria

C’è una ragazza che vive più avanti nell’isolato
Ai tempi della scuola faceva girare la testa a tutti i ragazzi
Qualche volta il venerdì mi fermerò da lei a bere qualcosa
Dopo che avrà messo a letto i bambini
Lei e il marito Bobby si sono separati
Penso siano ormai due anni
Noi ci sediamo lì a parlare dei vecchi tempi
Lei dice che quando le viene da piangere, inizia a ridere pensando ai

Giorni di gloria, ti passano accanto
Giorni di gloria, rapidi come il battito di ciglia di una ragazzina
Giorni di gloria, giorni di gloria

Penso che stanotte me ne andrò giù al bar
E berrò fino a fare il pieno
E spero che quando sarò vecchio non mi metterò seduto da qualche parte a ripensarci
Ma probabilmente lo farò
Già, mi siederò per cercare di ricatturare
Un po’ della gloria passata
Ma il tempo scivola via
E ti lascia, amico, con nient’altro
se non noiose storie di

Giorni di gloria, ti passano accanto
Giorni di gloria, rapidi come il battito di ciglia di una ragazzina
Giorni di gloria, giorni di gloria

 

Traduzione di Dario Migliorini

 

Leggi qui la mia recensione dell’album Born In The USA

 

Se ti è piaciuto questo articolo commentalo e condividilo sui tuoi profili Social!

 

Condividi questo articolo

2 Commenti

  1. anna maria

    dario, avendo sotto gli occhi la traduzione mi è venuto un sospetto.
    non sarà che inconsciamente ha ispirato la storia del tuo libro?
    comunque, dal vivo è molto allegra e trascinante, ma per me ormai resterà indissolubilmente legata alla mia disastrosa esperienza del concerto al circo massimo.
    pappararaa canticchiavo con l’ultimo fiato che mi era rimasto mentre volgevo le spalle al palco e mi avviavo tristemente verso l’uscita.

    Rispondi
    • Dario Migliorini

      Mi spiace tanto per quella tua non positiva esperienza al tuo primo concerto di Bruce Springsteen al Circo Massimo. Spero proprio che a San Siro potrai recuperare, ovviamente se sarai presente. Se Glory Days mi ha ispirato per Coupe DeVille penso sia proprio totalmente involontario, però qualcosa può esserci visto che comunque parliamo di una persona ora più anziana che ripercorre la sua vita, con anche qualche rimpianto.

      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *