Traduzione Loose Ends – Bruce Springsteen

Loose-Ends
Scritto e pubblicato da

Dario Migliorini

LOOSE ENDS (Bruce Springsteen) – Traduzione Canzone

CONTI IN SOSPESO

 

Ci siamo incontrati fuori sulle strade aperte

Quando non avevamo nessun posto dove andare

Ricordo come mi batteva il cuore

Quando tu mi hai detto “Ti amo tanto”

Poi a poco a poco abbiamo soffocato tutta la vita

Che il nostro amore potesse contenere

Oh, no

 

Era come se avessimo un cappio, piccola, e senza controllare

Lo tiravamo finché non si è fatto più stretto intorno al nostro collo

Ognuno aspettando che l’altro, tesoro, dicesse basta,

Bene piccola puoi incontrarmi stanotte all’altro capo della fune.

 

Non abbiamo contato i domani,

abbiamo preso quello che potevamo e siamo corsi via

Non c’era tempo per il dolore,

in ogni posto in cui andavamo tenevo la tua mano

E quando la notte ci circondava

ero sicuro che i tuoi baci mi avrebbero detto tutto quello che dovevo sapere, ma oh no

 

Era come se avessimo un cappio,

piccola, e senza controllare

Lo tiravamo finché non si è fatto più stretto

intorno al nostro collo

Ognuno aspettando che l’altro,

tesoro, dicesse basta,

Bene piccola puoi incontrarmi stanotte

all’altro capo della fune.

 

Il nostro amore è crollato attorno a noi

proprio come dicevamo che non avrebbe mai fatto

Vedevamo che questo capitava agli altri

ma a noi questo non sarebbe mai accaduto

Ora come può qualcosa di così brutto,

tesoro, venire da una cosa che era così bello

Non lo so

 

Era come se avessimo un cappio,

piccola, e senza controllare

Lo tiravamo finché non si è fatto più stretto

intorno al nostro collo

Ognuno aspettando che l’altro,

tesoro, dicesse basta,

Bene piccola puoi incontrarmi stanotte

all’altro capo della fune.

 

Traduzione di Dario Migliorini

 

Se ti è piaciuto questo articolo commentalo e condividilo sui tuoi profili Social!

Condividi questo articolo

Categorie

Il mio Romanzo

Carrello

Commenti

Recensioni recenti

Dario Migliorini

Dario Migliorini

Autore

Mi presento… sono Dario Migliorini, un giovanotto del 1971 nato a Codogno e residente nel Basso Lodigiano. Convivo con Lara, ho una figlia, Elisa, e sono il primo di quattro fratelli. Mi sono laureato in Economia e Commercio e lavoro in banca, ma ho ereditato dal mio compianto papà Umberto la passione per la scrittura. Lui, oltre a essere uno storico amministratore locale, si era appassionato di storia lodigiana e aveva scritto diversi libri sull’argomento. Io, dopo la sua morte, ho curato la pubblicazione di due biografie: E Sono Solo Un Uomo (che racconta la vita del sacerdote missionario Don Mario Prandini) e Il Re Povero (che ripercorre tutto quello che mio padre ha combinato su questa terra). Dal 2008 presiedo anche un Centro Culturale che mio padre aveva fondato nel 1991 e che ora porta il suo nome

Potrebbero piacerti anche

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.